Una vita dentro una canzone – 43: Broken Bicycles (Tom Waits) 

Tom-Waits-1.jpgNon ho potuto che fermarmi davanti all’immagine. Come fosse là per parlare giusto a me. Io volevo solo continuare a camminare sotto il cielo della notte che mandava pioggia per cercare di annientare i miei pensieri più cupi.

gnnfxggPoco prima di arrivare al porto, la promenade era già la somma dei passi dell’uomo che avevo lasciato indietro. Proprio sotto la luce bianca dei lampioni, in un avvallamento verde a cui nessuno fa mai attenzione, già raggiunto dal suono delle navi e lo sferragliare dei treni che arrivavano e partivano dalla vecchia stazione.

Oggetti, cose. Ma sembravano animare la scena di un crimine. Biciclette rotte, vecchie catene malandate uscite dal pignone, manubri arrugginiti che neanche l’acqua riusciva più a far luccicare. Biciclette morte, cadaveri senz’anima.

Come me e te, che non ci serviamo più. Eppure ci dovrebbe essere un orfanotrofio per le cose che nessuno vuole più, niente merita di essere abbandonato sotto la pioggia. Anche se ha finito di servire.

Perché ogni settembre può ricordare luglio, anche se non ha più lucenti notti di luglio. È tempo che dhtrl’addio prenda forma. Ma se anche l’estate ci ha salutato, in qualche modo il nostro amore resta, come vecchie biciclette sotto la pioggia. Ma almeno una foglia resta. Perché se tutto è diventato niente, varrà pur qualcosa ricordarsi che una volta era stato tutto.

Mi sono riflesso nelle vecchie biciclette rotte, là fuori sotto la pioggia. E ho veduto pure te. Da bambini ci piaceva mettere le carte da gioco appuntate ai raggi. Come quelle che vidi quella notte, deposte come scheletri sul prato. Le ruote hanno smesso di girare quando uno dei due se n’è andato.

Le stagioni possono girare intorno a una moneta e accenderla. Per qualche ragione me lo dimentico sempre. Perché tutte le cose che mi hai dato, credimi, resteranno sempre a ruotarmi attorno. Rotte, ma io mica le butterò mai via.

 

A LIFE WITHIN A SONG – 43: BROKEN BICYCLES (TOM WAITS)

artworks-000104169725-dwelsb-t500x500I couldn’t do anything but stopping there, in front of the scene. Something present there to talk right to me. I just would keep on walking under the pouring rain by the night’s sky trying to heal my blackest thoughts.

Just before to get to the Harbour, by now the promenade was the sum of the steps of the man I left behind. Just under the streetlamps white light, on a green natural depression that nobody ever pays attention to, where it’s possible to listen to the sound of the ships and the clanging train, arriving or leaving tha old station.

Objects, things. They seemed to make a crime scene alive. Broken bicycles, old busted chains, rusted handle bars that even the rain couldn’t get them sparkling.  Dead bicycles, soulless corpses.

Like you and me, that we no longer serve each other. I think somebody must have an orphanage for all the things that nobody wants anymore.  Nothing deserves to be laid under the rain. Even though it’s finished service.kjgf

Because each September’s reminding July, although July’s lighting nights they don’t come anymore. It’s time to say our goodbye but even if the summer is gone our love will remain, like broken bicycles out in the rain. At least a leaf of it. A leaf of our love will remain. Because if everything’s turned into nothing, don’t you think that it’s worth remembering that once it was all?

ab67616d0000b273e855d4c9d590eaabae38f4b7I reflected myself in those old broken bicycles, out the in the rain. And I saw you too. When we were children we used to pin playing cards to the spokes. Like those I saw that night, laid down like skeletons out on the lawn. Wheels finished to turn when one of us gone.

The seasons can turn on a dime, somehow I forget every time. Because everything you gave me, you know what I’m saying, will always stay close to me. Broken, but I’ll never throw them away.


4 risposte a "Una vita dentro una canzone – 43: Broken Bicycles (Tom Waits) "

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...