Alla stazione di benzina di Hopper un pieno di altrove

A contemplare (sguardo + tempo) Gas di Edward Hopper ci assale la sensazione che non ci si trovi davanti a una stazione di benzina quanto a una dimora. Il luogo è così famigliare nelle forme e nei colori che la scambiamo per una casa di campagna. Potrebbe essere il focolare dell’uomo alle pompe. A proposito … More Alla stazione di benzina di Hopper un pieno di altrove

Una vita dentro una canzone – 33: Invisible sun (The Police)

Non avevo grandi sogni a cui affidare la mia vita. Non pensavo neanche di poter sognare di avere o fare qualcosa. Avevo quel che facevo. E facevo la mia parte di cittadino che fatica. Non pensavo neanche di entrare un giorno in una canzone. Finire dentro una musica ipnotica con un sintetizzatore che non la … More Una vita dentro una canzone – 33: Invisible sun (The Police)

Così, la loro vita poté essere dimenticata per sempre

“Laura fu l’ultima a partire, una mattina dell’estate dell’altr’anno. Fu l’ultima a partire e attraversò boschi e risalì sentieri, prima di raggiungere gli altri. Poi, finalmente, furono tutti nuovamente assieme e seppero che non mancava nessuno. Nessuno era rimasto indietro a ricordare. Così quella loro gita poteva essere dimenticata per sempre.”   Il finale più … More Così, la loro vita poté essere dimenticata per sempre

Silenzio, parla Leo

Leo Longanesi. Controcorrente perché il sangue lo portava come i salmoni. In mezzo a orsi di ogni razza e faccia, aggressivi ma incapaci di fermarne le ardite risalite. Dissidente del pensiero, caustico all’eccesso da permettersi l’invenzione del più paradossale grappolo espressivo mordace che la lingua italiana gli metteva a disposizione. Attaccava perché, osservando per bene … More Silenzio, parla Leo

Dostoevskij, la malvagità e quel sottosuolo che cresce, cresce, cresce…

Nel 1864 Fëdor Dostoevskij non è ancora Fëdor Dostoevskij. Ha già pubblicato Umiliati e offesi e Il sosia, ma non ancora Delitto e castigo, I demoni, L’idiota e I fratelli Karamazov. Nel 1864 Fëdor Dostoevskij però scrive e dà alle stampe Memorie dal sottosuolo (o Ricordi dal sottosuolo o ancora Memorie dal sottosuolo). E il … More Dostoevskij, la malvagità e quel sottosuolo che cresce, cresce, cresce…

Una vita dentro una canzone – 32: “Heroes” (David Bowie)

Io non sapevo mica di star scrivendo una canzone che mi avrebbe dato gloria imperitura. Io stavo solo guardando. Il Muro. Poi quei due. Li conoscevo. E molto bene, anche. Ma per me erano in quel momento erano soltanto due anime in fuga dai propri fantasmi. E da quelli degli altri. Scrivevo. Era estate. Avevo … More Una vita dentro una canzone – 32: “Heroes” (David Bowie)

Quelli che… 2017

Quelli che Renzi per lo meno ci ha dato 80 euro al mese in più. Sì, ma se se perdi il lavoro e non raggiungi gli 8.000 euro l’anno ti obbliga a restituirli. Mbe’? Intanto te li dà, lascia perdere va…   Quelli che il comunismo è più attuale che mai. Ma la Storia lo … More Quelli che… 2017

Lisbon Story e l’infinita grandezza dell’imperfetto occhio umano

Godot svelato di Lisbon Story di Wim Wenders è Friedrich “Fritz” Monroe, un regista da qualche tempo di stanza nella capitale lusitana. Lo sta cercando Phillip Winter, suo amico e tecnico del suono, che lui stesso ha chiamato perché lo aiuti per la realizzazione di un film che sta girando sulla città. Fritz da qualche … More Lisbon Story e l’infinita grandezza dell’imperfetto occhio umano

Una vita dentro una canzone – 31: I love her but she loves someone else (Sting)

È successo ieri mattina e da allora mi accompagna. Era domenica, avevo tutta la giornata per me. Mi sono alzato con calma, sono andato sotto la doccia e mi sono preparato l’armamentario per farmi la barba, prima di mettere su la colazione. Quante volte ho ripetuto questi gesti! Li fai, non ci pensi neanche, procedi … More Una vita dentro una canzone – 31: I love her but she loves someone else (Sting)

Il violino insanguinato di Gabriele Formenti

Gli amanti della Grande Musica ne conoscono la voce per i suoi ritratti, stravaganze barocche e la musica nel cinema a Radio Classica e RSI (l’emittente nazionale svizzera). Gabriele Formenti, milanese, classe 1978, è uno dei musicologi di punta della nostra nouvelle vague con poderosi studi alle spalle che lo hanno portato al diploma (più … More Il violino insanguinato di Gabriele Formenti