Quando D’Annunziò mandò la fantasia al potere

Vergata a mano da Gabriele D’Annunzio nell’agosto 1920, ideata dallo stesso Comandante col fondamentale aiuto di Alceste De Ambris e promulgata l’8 settembre (sic!) di quello stesso anno. Il nuovo Stato si sarebbe chiamato Reggenza Italiana del Carnaro (niente Repubblica, meglio non urtare la Corona) e la Carta ne sarebbe stata la legge fondamentale. Un … More Quando D’Annunziò mandò la fantasia al potere

Spleen and Ideal: il suono perfetto dei Dead Can Dance

Erigere una cesura tra i Tempi. Portare alla luce nuove partiture che soffiano come sentiero sonoro che collega il sacro del passato e il profano della contemporaneità sancendo l’eternità della più impalpabile delle esperienze sensibili dell’essere umano. I Dead Can Dance di Lisa Gerrard e Brendan Perry. Un disco, in particolare, del loro magnifico repertorio. … More Spleen and Ideal: il suono perfetto dei Dead Can Dance

Ennio Flaiano, la malinconia del satiro

Ha ragione Marcello Veneziani. In Italia quando una frase è brillante o l’ha detta Leo Longanesi o l’ha detta Ennio Flaiano. Eppure, questo conterraneo di D’Annunzio, che all’eroica lirica del Vate preferì “la malinconia asciutta del satiro” (sempre Veneziani docet), ci raggiunge tutt’ora con una maschera che i più di noi non vogliono ancora levargli. … More Ennio Flaiano, la malinconia del satiro

Aldo Pedron: vi racconto quella leggenda vivente che è Ry Cooder

Giusto vent’anni fa, nel 1988, Arcana diede alle stampe un libro di 144 pagine intitolato Ry Cooder – Il viaggiatore dei suoni a firma di Aldo Pedron. Giusto vent’anni dopo quel testo è di nuovo sugli scaffali. Come ristampa? Nient’affatto. Come nuovo testo. Con le pagine esplose a 379 (quasi due libri in più della … More Aldo Pedron: vi racconto quella leggenda vivente che è Ry Cooder

Harald Gilbers: il mio “crime” mentre Berlino cade

Per raccontare al meglio lo zeitgeist della Germania agonica a un passo dalla fine della Seconda guerra mondiale non ha solo scelto un genere letterario (la crime story) che, per sua natura, sottrae per buona parte di una storia l’occhio del lettore verso una sponda narrativa esclusiva (l’indagine sul delitto), ma ha deciso che il … More Harald Gilbers: il mio “crime” mentre Berlino cade

Battiato in Apriti Sesamo canta la Reincarnazione

, Apriti Sesamo venne pubblicato il 23 ottobre 2012. Testi firmati da Franco Battiato e dal filosofo e poeta Manlio Sgalambro (1924-2014) con musica dello stesso Battiato. L’intera opera contiene l’abbellimento di una serie di adattamenti sonori e lirici che omaggiano Stefano Landi (1587-1639), Christoph Willibald Gluck (1714-1787), Nikolaj Andreevic Rimskij-Korsakov (1844-1908), Ibn Hamdis (1056-1133), … More Battiato in Apriti Sesamo canta la Reincarnazione

Carosello, quando la tv ci chiedeva permesso

Bacchettona, ministeriale, confessionale e liberticida? No, piuttosto, pedagogica e, vista oltre mezzo secolo dopo (cioè oggi), protorivoluzionaria. Parliamo dell’Italia di viale Mazzini 14 – Roma ai tempi di Carosello. Lo spunto è un anniversario lungo cento anni, la riflessione è il ripensamento di un giudizio critico su abitudini e humus di un Paese che, nel … More Carosello, quando la tv ci chiedeva permesso

Fabio Mengozzi, la musica che parte da Pitagora

Astigiano, classe 1980. Il termine musicista a riempire la voce “professione” sulla carta d’identità quanto mai generico, visto che gli studi lo hanno portato a conseguire diplomi e specializzazioni in pianoforte, composizione, direzione d’orchestra e docenza. Allievo dell’immenso Aldo Ciccolini, la sua musica da qualche anno sembra non avere confini visto che viene eseguita un … More Fabio Mengozzi, la musica che parte da Pitagora

Le strade si fanno sempre più nere, il noir cattivo. Bisogna chiamare Piero Colaprico

Nella crème dei cronisti di nera. Uno dei noiristi più celebri della nostra letteratura contemporanea. Inventore di un termine, tangentopoli, che la Crusca ha elevato a italiano ufficiale (ah, se solo l’avesse depositato da un notaio!). Padre del maresciallo Binda prima (con e senza il compagno di penna Pietro Valpreda), ora affida al ben più … More Le strade si fanno sempre più nere, il noir cattivo. Bisogna chiamare Piero Colaprico