Una vita dentro una canzone – 19: Manipulation (The Black Angels)

01Niente è vero. Meno ancora se ti appare. Per niente se ne discuti. Qualcosa di più se si accende solo dentro la tua testa. Niente è vero, ma tutto accade. Puoi solo tenere gli occhi bene aperti. E pregare che mandino segnali elettrici ai muscoli. Per non farti mai essere dove ti trovi.

Niente è vero. Il suo vestito ad esempio. Rosso e verde, dici? No, è solo un raggiro. Occhi chiari la ragazza? No, sono un’alterazione, guarda meglio. Sì, intendo quella ragazza là. Quella con i capelli biondo giallo, dici? Sì, ma mira più lungo. Non vedi che sono una falsificazione come il bagliore rosso fuoco che emana? Ricorda uno sprazzo di sole, ma è manipolazione.

Mi dici che puoi sentire la sua pazzia. Che lei ti chiamerà. E non sbaglierà il tuo nome. E così tutto il mio stare in guardia rivelerà il risentimento che lo alimenta. Se ti fa stare bene, fa pure così. Ma intanto fa attenzione al lato oscuro di lei che ti chiamerà, perché presto così oscuro non ti sarà più. Mettiti a correre e se non sai come si fa imparalo presto. Ti ha già preso le misure e ti sta già allenando per farti ballare.02

Il colore del terreno che stiamo calpestando? Non è il suo. Quello di quei tubi d’acciaio? Non ne nascono di blu pallidi in natura. I suoi capelli biondi? Sei fissato coi suoi capelli, ma te lo ripeto, è solo manipolazione. Il suo luccichio è diventato di un grigio gelido? Non l’hai ancora capito che è deformazione?

Guarda attraverso il suo sorriso. Non girarle le spalle. Spalanca lo sguardo, gonfia i polmoni, fa scorrere il sangue, penetra il buco del culo delle cose. La realtà è un maneggio, ti abbindola con le sue forme ma è solo un intrigo per non farti pensare. In aereo non troveresti due versioni identiche nel descrivere il passaggio sotto delle nuvole.

Lei tiene dei soldi in mano. Possono avere quei colori ed essere validi? E quei fiori nello scrigno che ci fanno? O è una bara da morto? Perché giri mentre ti sto parlando? Non mi vedi più? Mi dici che puoi toccare la sua tristezza. Perché non inizi a toccare la tua? Non mi senti più. Vero? Si vive di lenta corruzione…

 

A LIFE WITHIN A SONG – 19: MANIPULATION (THE BLACK ANGELS)

03

Nothing is real. Even less if it appears. Absolutely nothing if you talk about it. Something more if it lights up in your mind. Nothing is real, but everything happens. You can only keep your eyes straight open. And pray they send electric messages to the muscles. Not to make you be ever where you are.

Nothing is real. Her dress for example. Red and green you say? No, it’s only a deception. Pale eyes the girl? No, they’re only a counterfeit, watch better. Yeah, I mean the girl over there. That one blonde yellow haired, you mean? Yes that one, but watch further on. Dont’you see the picture’s an alteration just like the red hot glare she’s giving forth? She resembles a sunburst, but it’s manipulation.

You tell me you can feel her madness. That she’ll call you out. And she won’t miss your name. And so my being on lookout will reveal the resentment that it feeds it. If this thought makes you feel better it’s ok. But in the meantime watch out her dark side because soon it won’t be so dark anymore. Keep on running and if you don’t know how to do it, learn it as soon as possible. She’salready taken your measures and she’s training you to get you dancing.

The colour of the ground we’re stepping on? It’s not natural. The one of the steel tubes? Pale blue don’t come to light. Her blonde hair? You’re obsessed over her hair, but I repeat, it’s only manipulation. Her glare has become icy gray? Haven’t you understood yet it’s only distortion? 04
Look through her smile. Don’t turn your back on her. Stare your eyes, blow up your lungs, make your blood flow, do penetrate the things asshole. Reality is an intrigue, it takes you in with its shapes but it’s only a plot not to make you think. On a plane you wouldn’t find two versions discribing the passage of the clouds below exactly alike.

She keeps some money in her hand. May the have those colors and being worth? And those flowers in the casket, why are they on it? Or is it a coffin? Why are you turning round while I’m talking to you? Don’t you see me anymore? You tell me you can touch her sadness. You don’t hear me anymore, do you? We live of slow construction…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...