Una vita dentro una canzone – 16: I’m The Wolf (Mark Lanegan)

01.

Non chiedete del mio branco. Non ce l’ho. Non chiedetemi neanche della mia casa. Non ho più neanche quella. Non so dove si possano trovare martiri e Re, nessuno ricorda i loro nomi. E comunque non sono io.

Io sono stato bandito tanto tempo fa. Se ti parlo è perché sono sopravvissuto. Basta trovare una nuova abilità e si sopravvive. E non perdere la propria ombra. Non è difficile la vita. Non è difficile diventare un lupo. Io sono il lupo.

Più difficile placare la bestia. Mi ci è voluto un tantino di più, ma ora sta a cuccia. Cosa? Uccisa? No, e perché avrei dovuto farlo? No, la bestia mi serve. A cosa? A bruciare ogni parete, ogni foto, ogni mensola che mi ricordi casa mia. A bruciarla fino alla cenere.

Perché ho imparato che quel tipo veleno che ti cospargono attorno brucia. E allora inizia la tua lotta col tuo Leviatano. Non ti puoi sottrarre. Il mio, come puoi vedere, è finito maluccio, con la carcassa che ora si trascina via gentilmente sulle onde. 02.

Be’, senti, per oggi c’è questo rifugio, spero ti tenga caldo. Il naso mi dice che di sopra il Paradiso sta preparando l’inverno. Poi però vai. Di me non ti preoccupare. Non muoio dal giorno in cui sono nato.

Perché, anche se sono tornato in piedi, anche se nessuno ricorda niente di niente, io ormai resto un lupo.

 

A LIFE WITHIN A SONG 16: I’M THE WOLF (MARK LANEGAN)

03.

Don’t ask for my pack. I don’t have one. Don’t ask me either about my home. I don’t possess one as well. I don’t know where martyrs and Kings can be found, none remebers their names. And anyway I’m not one of them.

I’ve been banished so long ago. If I’m speaking to you it’s beacause I’ve survived. It’s enough to find a new skill to survive. And not to lose our own shadow. Life’s not difficult. It’s not difficult to become a wolf. I’m the wolf.

It’s more difficult to appease the beast. It took a little bit more to me, but now it rests into the kennel. What? Kill it? No, why should I have done it? No, the beast’s at my service. For what? To burn each wall, photo and shelf that remind me my home. Tu burn it down to the ashes.

Because I’ve learnt that that kind of poison which they scatter on you it stings. Therefore your battle against the Leviathan begins. You can’t take it away. Mine, as you can see, ended pretty badly, with its carcass that sweeps gently on the waves.

Well, listen to me, now you can use this shelter, I hope it keeps you warm. Off the top of my head the heaven’s giving birth to the winter. But then you’ve to go away. Don’t worry about me. I don’t die since the day I was born.

Because, even if I got back on my feet, even if none remembers nothing at all, I continue to be a wolf.

04.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...